Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for the ‘virtualità’ Category

Il dato é mio e lo gestisco io

leave a comment »

La nuova versione della pagina della privacy di moves non lascia spazio a dubbi: Facebook si é comperata una collezione di registrazioni sugli spostamenti della gente.
Peccato, era un’idea interessante da esplorare, ma ovviamente non sono il solo a pensarla così. La registrazione totale globale della vita di una persona si avvicina a passi rapidi ed interessa moltissimo a queste megaditte, intente ad ingrandire in modo esponenziale i loro archivi e ad inghiottire quanti più dettagli possibile.
Mi incuriosisce da sempre questo processo sempre più marcato verso la digitalizzazione del mondo, dalle immagini ai libri e adesso alla stessa presenza fisica di un corpo nello spazio geografico; chissà perché tuttavia ho molti timori di affidare il mio io digitalizzato ad un’entità come Facebook. Mi piaceva di più la piccola startup finlandese, mi sembrava più “a misura d’uomo”.
Spero comunque che qualcuno riprenda la strada verso la gestione individuale dei nostri dati, che non sono solo mangime per i pubblicitari ma possono dare anche a noi stessi delle nuove opportunità. Per ora abbiamo subito una sconfitta, ma la guerra é lunga.

Written by erling

7 maggio 2014 at 23:17

Pubblicato su rete, virtualità

Tagged with , ,

X-plane sull’ipod touch

leave a comment »

Se c’è bisogno di una dimostrazione del fatto che l’ipod touch, seppure di prima generazione, è un computer a tutti gli effetti, basta installare x-plane 9, appena uscito.
La cosa che impressiona maggiormente è la fluidità della simulazione: muovendo leggermente i comandi (ovvero l’ipod) l’aereo risponde con l’inerzia che ci si aspetta da un corpo immerso nel fluido dell’aria, ed il coinvolgimento è notevole dato lo schermo così ridotto.
L’ambiente simulato è la zona attorno all’aeroporto di Innsbruck, con una bella serie di montagne che rendono le manovre non banali, e la grafica riproduce bene l’aspetto delle varie situazioni del meteo e delle ore del giorno.
A mano a mano che il software si affina, questo microcomputer si dimostra sempre più grande.

(scritto dall’ipod in attesa del sonno dei bimbi…)

Written by erling

14 settembre 2008 at 22:29

Pubblicato su software, virtualità

Tagged with

Lista per il viaggio

leave a comment »

Sono giorni frenetici questi, con i preparativi per il viaggio in Svezia ormai in fase avanzata. Il problema fondamentale è che il tempo libero è poco, e le cose da fare molte: a differenza di un viaggio “normale”, il viaggio in bicicletta richiede infatti una preparazione molto attenta, dato che ogni peso superfluo si sente e si paga.

Oltre a ciò, siamo anche dislocati su due sedi, e facciamo la spola ogni giorno tra la casa principale e quella montana, da dove poi partiremo per l’aeroporto di Bergamo, pertanto occorre ricordarsi anche di portare tutto lassù, e di impacchettare per bene i bagagli.

Non mi lamento comunque, penso che riuscirò a partire sabato prossimo con una buona organizzazione. Dopo vari tentativi su mac, ipod ed in genere sul mondo virtuale, alla fine mi sono risolto ad usare il vecchio e collaudato sistema del foglio di carta con la lista delle cose da impacchettare, le cose da comperare e quelle da verificare su internet; non c’è nulla come la sensazione fisica di tracciare un segno d’inchiostro sulla carta bianca per essere sicuri di non dimenticare qualcosa.

A parte queste nostalgie del passato, mantengo l’aggancio con la modernità aggiornando ogni tanto la mia mappa della zona del viaggio, e decidendo alla fine di portare l’ipod touch: chissà che in quelle lande felici non si trovi qualche zona wifi da dove aggiornarsi ed aggiornare il mondo.

Written by erling

11 luglio 2008 at 15:34

Pubblicato su bicicletta, Svezia, viaggi, virtualità

Tagged with , ,

Passeggiando sul mondo

leave a comment »

Ho scaricato ieri la nuova versione di Google Earth e mi sono divertito, letteralmente, a girare un po’ per il mondo.

Ho letto qualche critica secondo cui i miglioramenti sarebbero rivolti soprattutto all’aspetto ludico del programma: il sole che sorge e tramonta, il modo di “tuffarsi” dallo spazio ad una vista terrestre in modo fluido, l’incredibile velocità con cui adesso il programma restituisce gli edifici tridimensionali, ed il numero degli stessi… tutte innovazioni che non aumentano il contenuto informativo, ma solo la modalità di fruizione.

Tutto vero, ma la bellezza e la fluidità della navigazione ora è incomparabile, sarà un giocattolo ma è estremamente divertente, e quelle rapide prove che ho fatto mi convincono che potersi muovere agevolmente ed avere un riferimento anche con le ombre delle montagne rendono l’esperienza molto più vera, e danno un senso della geografia e della posizione molto più vivo.

Poter volare sopra una regione è affascinante e rende facile spiegare anche ai piccoli le caratteristiche geografiche di un luogo, pertanto se GE vuole diventare una miniatura del pianeta, anzichè solo un atlante che filtra le informazioni utili, a me va benissimo e ci divertiremo sempre di più ad esplorare il mondo.

Ad esempio

Written by erling

18 aprile 2008 at 16:34

Pubblicato su google, virtualità

Tagged with

La coerenza è tutto

leave a comment »

Mi piace, per quel poco che ho sperimentato, la modalità coerenza di Parallels; quasi ci si dimentica di avere a che fare col vecchio windows in scatola, le sue brutte finestrelle si confondono con i programmi mac in stile aqua, e si passa da un sistema all’altro con un semplice alt-tab, attivando il programma win di turno senza vederlo nel finestrone che di solito lo contiene.

Sto installando il service pack 2 di windows xp, ed in contemporanea faccio mille cose; direi che il macbook non può temere nulla da quel ricettacolo di virus, finchè appunto viene contenuto in una scatolina virtuale.

Written by erling

22 marzo 2007 at 22:24

Pubblicato su virtualità

Parallellismi

leave a comment »

Alla fine ho ceduto, ed ho comperato parallels, complice un’offerta scontata giunta nella mia casella di posta (e poi dicono che lo spam non serve, vabbè non era spam…), ora sto installando winzozz sul mio perfetto macbook pro, per fortuna solo in una finestrella virtuale, dove mi servirà per quei due, tre programmi che proprio non si possono trovare per mac.

Voglio vedere quanto ci metto a beccarmi un virus, intanto l’installazione gira, il processore scalda ma in contemporanea faccio mille cose, tra cui scegliere le foto da stampare – su fotocity, con un programmino proprietario per inviarle che non si può pretendere facciano anche in versione mac, ecco uno dei tre programmi di cui parlavo sopra.

A volte non si può evitare di sporcarsi le mani…

Written by erling

21 marzo 2007 at 23:00

Pubblicato su virtualità

Boot camp è una tentazione rischiosa

leave a comment »

Dopo aver comperato il nuovo gps, mi sono accorto che il firmware è da aggiornare, ma ahimè la garmin non ha ancora una versione mac dei programmi, nonostante le promesse di inizio 2006, e forse solo l’anno prossimo ci sarà qualcosa anche per noi.

Allo stato attuale le possibilità di far girare programmi windows sul mac intel sono essenzialmente tre:

  • usare Q, che è gratis, ma non ha ancora il supporto USB.
  • usare parallels, che costa ma ha una versione di prova, però ho scoperto che ha un supporto USB molto scarso ed in pratica non vede il garmin.
  • usare boot camp, ma questo comporta installare windows con una versione piena (non upgrade) e con service pack 2; io ho una versione pienamente legale di win 98, ed una di xp di aggiornamento, ma nonostante molte ricerche e almeno tre dvd sprecati, non sono riuscito a combinarle insieme. Quindi dovrei regalare almeno un centinaio di euro al monopolista per togliermi il gusto di installare un sistema operativo inferiore sul mio stupendo macbook pro.

Insomma, le alternative non sono molto attraenti, senza contare tutto il tempo che ho già sprecato per cercare di far funzionare l’installazione di win. E’ inutile, quando ci si sporca le mani con windows, sono pasticci. Credo che aspetterò con pazienza, e per l’aggiornamento del nuvi andrò a scrocco da qualche amico dotato di pc.

Written by erling

28 novembre 2006 at 23:06

Pubblicato su Mac, virtualità