Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Meteo Norge

leave a comment »

Il problema fondamentale del ciclista é il meteo. Al termine dell’ottavo giorno di pedalate, da Bergen verso sud lungo il percorso ciclistico del mare del nord (nordsjøruta come dicono da queste parti), ci troviamo in dubbio su come affrontare l’ultima tappa di domani, che dovrebbe portarci ad Egersund.

Il dubbio nasce dalle allerte meteo di queste ultime ore, che parlano di pioggia forte e vento sostenuto anche per domani. Oggi abbiamo concluso una tappa relativamente breve, 18 chilometri, ma dall’inizio alla fine il vento é stato incessante, contrario, a raffiche forti di quelle che azzerano di colpo il moto della bicicletta, intervallate spesso da pioggia. E dire che il paesaggio meriterebbe un’attenzione maggiore, ci troviamo nello Jæren, regione (quasi) pianeggiante e la pista corre a tratti lungo la vecchia via reale, lungo la costa a pochi metri dal mare.

Le foto con il sole sono fantastiche, quelle che ho fatto oggi ovviamente danno un’idea diversa, ma probabilmente più realistica.

IMG_0141.JPG

A parte queste ultime difficoltà, il viaggio finora é stato molto buono, il percorso della nordsjøruta vario ed interessante, a parte forse l’inizio, dato che la periferia di Bergen si potrebbe tranquillamente saltare.

Rispetto alla parte est, da Sandefjord a Kristiansand, che é praticamente una riviera scandinava piena di paesini e porticcioli incantevoli, con isolette a profusione, la parte ovest che abbiamo scelto quest’anno é più selvaggia e “norvegese” nel senso di montagnosa. Complessivamente la fatica fisica é stata superiore, ma per fortuna i bambini più grandi hanno sopportato senza problemi i dislivelli ed il meteo avverso.

Le meraviglie della Norvegia le conosciamo da un pezzo, natura non addomesticata e lunghi tratti di stradine strette che ti portano da uno scorcio all’altro; ci sono anche difetti insospettati, come traghetti che spariscono senza che vengano aggiornate mappe ed orari, o autobus che pur esistenti sull’orario non si materializzano nella realtà.

Spunti di interesse al di lá della natura: il museo del petrolio di Stavanger, già dal nome uno si spaventa temendo la noia totale, ed invece le recensioni dicono il vero, ci si passa un pomeriggio senza accorgersi del tempo che passa, e si impara molto divertendosi, il massimo.

Nei prossimi giorni, forse, aggiornamenti.

Written by erling

11 agosto 2014 a 16:58

Pubblicato su bicicletta, Norvegia, viaggi

Tagged with , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: