Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Nuvole su Lightroom

leave a comment »

Sembra che dalle parti di Adobe stiano lavorando con impegno ad una versione di Lightroom in grado di sincronizzare i cataloghi tra computer e ipad (o iphone) per il tramite della solita nuvola che di questi tempi non manca mai.

In altri termini, si potrà eseguire del lavoro leggero sulle foto tramite ipad, ad esempio selezionare le migliori, applicare le parole chiave, mettere titoli, ed in generale gestire i metadati, e probabilmente anche del lavoro un po’ più pesante, come correzioni vere e proprie delle immagini, per poi trovare tutte le modifiche trasferite a Lightroom sul mac.

Ovviamente anche il flusso nella direzione contraria sarà possibile, in modo da usare l’ipad come vetrina delle fotografie gestite in lightroom, ma questo aspetto è già facilmente gestibile (ad esempio grazie ai plugin di Jeffrey Friedl). Il punto di novità è la possibilità di effettuare modifiche sul campo e trasferirle sul mac.

Non si conoscono ancora i tempi di rilascio né le caratteristiche complete del nuovo software, ma mi sembra uno di quei passi inevitabili che arriveranno senza alcun dubbio; ormai nessuno riesce più a lavorare seduto davanti ad un computer, ci vuole un ipad da tenere in grembo stando spaparanzati sul divano. A parte questo, ci potrebbe essere un’utilità in viaggio, quando al termine della giornata si valuta il bottino fotografico e si inizia a portarsi avanti col lavoro del vaglio critico – un conto è affrontare qualche decina di foto, un conto è qualche centinaio al rientro dal viaggio.

Attualmente esiste un programma che svolge questa funzione, photosmith, ma sul mio ipad 1 non è il massimo della velocità e non gestisce il formato raw della mia fuji x100, quindi al momento non lo posso usare, tuttavia concettualmente utilizza un meccanismo simile, e se funzionasse a dovere mi sembrerebbe molto utile.

Aspettiamo e vediamo, con la certezza che si tratterà di un’ulteriore spinta verso l’abbonamento ad un servizio anziché l’acquisto di un software, cosa che per noi utenti vecchio stampo assomiglia ad un’eresia. Del resto nessuno ci obbliga a sviluppare le foto due minuti dopo averle scattate, si può sempre aspettare di tornare in camera oscura, anzi chiara.

Written by erling

12 settembre 2013 a 22:23

Pubblicato su lightroom

Tagged with

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: