Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Perché ancora Revel non mi convince?

leave a comment »

Mi sono iscritto per la seconda volta, invogliato da una mail di adobe che sinteticamente diceva “la nuova versione non fa schifo come la precedente, quindi ti regaliamo altri trenta giorni di prova”, ed ho caricato diverse fotografie, che si sono correttamente sincronizzate sulla nuvola, sul telefono e sull’ipad.

Mi sono anche divertito a fare qualche rapido ritocco, che si è magicamente propagato da un apparecchio all’altro, ed ho apprezzato la possibilità di creare con pochi tocchi un album di fotografie sul sito di adobe, condivisibile mediante semplice spedizione dell’indirizzo ai pochi fortunati meritevoli di ammirarlo.

Tuttavia non sono ancora convinto, è un bel giocattolo ma passati i primi giorni non lo ho più ripreso in mano, e vorrei cercare di definire perché, o meglio capire cosa manca. Così ho fatto una lista:

  • La possibilità di gestire i file raw, e non solo jpg.
  • Un sistema migliore per gestire numeri elevati di foto, ho capito che anche adobe vuole fare a meno delle vecchie cartelle, ma mostrare centinaia di foto una dietro l’altra, senza aver modo di filtrarle, non è una valida alternativa.
  • Maggiori possibilità di personalizzare gli album online.
  • Sincronizzare le modifiche da lightroom alla nuvola, e propagarle agli apparecchi più piccoli. Non mi interessa fare modifiche dall’iphone, è evidente che correzioni serie si fanno da uno schermo grande, quindi le modifiche sulle immagini dovrebbero essere unidirezionali dal mac agli altri apparecchi.
  • Sincronizzare invece i metadati da qualunque apparecchio. Posso inserire titoli e parole chiave anche dall’ipad, perché no?, e gestire in modo nativo quello che con qualche difficoltà tenta di fare un’applicazione come Photosmith.

L’attuale impostazione del programma è invece quella di consentire modifiche da ogni apparecchio, ed anche di permettere ad altri utenti invitati di aggiungere o perfino modificare le foto di una libreria. Non so a quanti possa interessare, io mi spaventerei se qualche parente potesse mettere mano alle mie foto, guardare e non toccare è un principio che vale anche in questo campo!

Mi sembra in sintesi che allo stato attuale revel sia un servizio ibrido che è troppo orientato al fotografo casuale senza grandi pretese, per il quale però è molto meglio usare iphoto e il sincronismo basilare delle foto su icloud, mentre da adobe uno si aspetta un taglio più serio, per non dire professionale.

Lascerò scadere il periodo di prova, e resterò in attesa tra qualche mese di un’altra mail di adobe che annuncia nuove migliorie…

Annunci

Written by erling

12 settembre 2012 a 22:19

Pubblicato su foto

Tagged with ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: