Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Foto nella nuvola, versione Adobe

leave a comment »

Sono abbastanza perplesso sulle ultime uscite di Apple e di Adobe riguardo alla sincronizzazione delle foto tra una macchina e l’altra, e con gli apparecchi portatili. In quasi un mese di utilizzo, lo streaming foto di apple mi è servito solo un paio di volte in cui ho voluto scattare rapidamente una foto in casa con l’iphone, e me la sono puntualmente trovata sul computer in pochi secondi. Per il resto, meglio non guardare cosa ci finisce dentro, foto doppie, sbagliate, tutto viene sparato nella nuvola e resta lì per 30 giorni – un salvataggio di foto ulteriore anche se difficilmente gestibile.

Potenzialmente più interessante è carousel di adobe, che permette di salvare un numero illimitato di foto sulla nuvola e di modificarle in modo non distruttivo da ogni dispositivo connesso, con le modifiche che si trasmettono automagicamente agli altri apparecchi. Interessante è anche la possibilità di permettere ad altre persone di intervenire caricando le proprie foto.

I difetti principali sono secondo me il fatto di gestire solo le foto jpg e non raw – anche se forse è ancora prematuro pretendere di modificare una foto raw su un telefonino, sia per motivi di potenza di elaborazione che specialmente di opportunità, un conto è fare qualche rapida modifica ad una foto scattata al volo, un conto è fare un serio editing di un’immagine “da stampare”.

Un ulteriore difetto è che le foto devono essere espressamente aggiunte all’album carousel, e quindi non si tratta di una gestione totale globale della fototeca, ma solo di quelle foto che si intendono condividere con altri modificatori.

Quindi, mentre il sistema apple è rivolto a fotoamatori di pochissime pretese, che scattano foto con il telefonino e le conservano in iphoto, quello di adobe punta più in alto, anche se non di molto, e vuole far collaborare un gruppo di familiari o di amici all’edit delle immagini.

In un mondo ideale, ci vorrebbe un ipad con lightroom, in modo da importare e gestire anche in viaggio una libreria provvisoria, che sarebbe poi istantaneamente salvata sulla nuvola e ritrovata altrettanto istantaneamente sul mac al ritorno a casa. Ci stiamo arrivando, ma evidentemente non è cosa da poco, e ci vorrà qualche passo intermedio.

Advertisements

Written by erling

6 novembre 2011 a 19:50

Pubblicato su foto, software

Tagged with ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: