Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Una gita con tre gps

leave a comment »

Siamo in ottobre, ma le giornate sono ancora tiepide e limpide, così oggi siamo partiti per fare una gita in val di Peio, e precisamente al lago Pian Palu: un paio di ore di salita, dalla diga alla malga Paludel; casualmente i bimbi non erano con noi, avevano preferito la compagnia di zii e cugini in quel di Malè, e così, avendo meno da gestire sul lato dell’infanzia, ho pensato bene di fare un esperimento confrontando ben tre gps.

Oltre al modello professionale che mi serve per il geocaching, ovvero l’Oregon 550t, avevo come sempre il fido transystem 747, che essendo piccolo e leggero trova sempre spazio nel mio zaino. In più ho voluto sperimentare un programmino per iphone, trails, che finora avevo sempre usato solo per pochi tratti cittadini, più per curiosità che per altro, non fidandomi ad usarlo su percorsi lunghi per timore di scaricare la batteria del telefono.

Parto subito con un elogio a quest’ultimo programma: la registrazione dei punti è stata perfetta, senza divagazioni di decine di metri come capita spesso nei primi punti registrati dal logger 747, e questo per merito delle impostazioni che consentono di non registrare i punti che hanno un errore maggiore di un limite fissato. Non credo che la precisione sia dovuta all’aiuto che l’iphone ha nel determinare la posizione grazie all’appoggio della rete telefonica, visto che per tutto il tragitto non c’era segnale telefonico.

Unico difetto, il numero delle registrazioni non è stato molto elevato, ma questo per colpa mia, che ho impostato la distanza minima tra un punto e l’altro a cinquanta metri; basterebbe diminuire questo valore per avere una traccia più densa. Ho evitato di farlo temendo appunto di scaricare la batteria, ma in realtà era un timore infondato, poiché al termine della giornata il telefono si è scaricato per poco più della metà, e sospetto che un fattore di consumo sia stato anche la mancanza di copertura telefonica, e la conseguente maggiore potenza impiegata dall’iphone per tentare di collegarsi.

Il garmin dal canto suo non ha avuto problemi di sorta, a parte un piccolo disallineamento nel finale, in presenza del punto più stretto della valle. Ovviamente i punti della traccia sono molto più densi, ed avendo inoltre le mappe Kompass installate si aggiunge un elemento di tecnodivertimento alla gita.

Per ultimo il piccolo logger transystem; oggi ha avuto un paio di sbandamenti sia nella salita iniziale che verso la fine, e sospetto che ci sia il modo di impostare anche lui affinché scarti i punti con un errore troppo marcato; dovrò studiare meglio il software che utilizzo per scaricare i dati.

Conclusioni: il gps professionale funziona bene, il piccolo programma per iphone si dimostra valido e divertente, il logger leggero ha qualche leggerezza che forse si potrà correggere.

Malga Paludel

Written by erling

2 ottobre 2011 a 22:51

Pubblicato su gite, gps

Tagged with , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: