Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Graecia capta

leave a comment »

Di ritorno dalla settimana di mare in Grecia, come l’anno scorso siamo partiti in un periodo in cui sono forti le preoccupazioni per la sorte economica del glorioso paese ellenico.

Siamo stati a Kos, isola dove è fortissima la presenza dei turisti, specialmente inglesi, e di conseguenza sono più nascoste e difficili da trovare le testimonianze del passato, soffocate dalle strutture necessarie a fornire al moderno turista tutto quello a cui non può rinunciare, dalla birra inglese alla spina all’ultimo modello di sandalo alla moda.

In alcuni casi però – come sulla spiaggia di Agios Stefanos – i resti di antichi edifici sono a pochi metri dalla sabbia e dal mare, e la solennità classica che ancora trasmettono i monconi delle colonne millenarie crea uno strano contrasto con lo spirito vacanziero che pervade invece l’ambiente circostante.

Poi, cercando bene, si trova anche la solitudine e le zone ancora selvagge, dove pochi turisti arrivano, e là, ammirando la macchia mediterranea incontaminata, è inevitabile pensare come proprio in queste isole che in apparenza non possono produrre nulla di valore, proprio in questo clima sia nata la civiltà europea, la filosofia occidentale e la nostra terminologia scientifica.

Non c’è niente da fare, i lontani discendenti di quei precursori sono oggi nei guai, e ci mettono nei guai, ma l’Europa non li può lasciare al loro destino proprio per quello che rappresenta la civiltà greca nella nostra storia.
Con tutta la rabbia che mi fanno i greci moderni che hanno sistematicamente ingannato il resto dell’Europa per entrare nell’euro e farsi finanziare a buon mercato, non posso fare a meno di ammirare gli antichi e ringraziarli per quello che ci hanno dato, e quindi non mi arrabbio nemmeno troppo per il fiume di soldi che continuiamo a riversare su queste lande assolate. (sul fatto poi che le banche europee siano state probabilmente ben contente di farsi “ingannare” sorvoliamo).

Chi non crede nella potenza dei simboli, dovrebbe farsi un giro da queste parti.

Agios Stefanos

Annunci

Written by erling

1 luglio 2011 a 21:38

Pubblicato su viaggi

Tagged with ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: