Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for marzo 2011

Portare lightroom sull’ipad

leave a comment »

Mi lamentavo e mi lamento del fatto che ancora la gestione delle foto su ipad è primitiva, non basta leggere le foto dalla macchina fotografica (senza peraltro poter far spazio cancellando qualcosa nella libreria), occorre anche poterle selezionare, mettere dei tag, delle stelline, delle keywords, iniziare insomma sul campo il lavoro che poi si proseguirà a casa con lightroom. Non si parla ancora di fare delle correzioni pesanti sulle foto, basterebbe solo partire con i metadati.

Adobe ancora non ci ha dato una versione di lightroom da portare sulla tavoletta, ma qualcuno ci sta pensando, e qui c’è un tentativo che promette bene.

Mi sono iscritto alla mailing list per ricevere le novità, e spero che arrivino presto. Buffo come uno strumento da seicento euro possa acquistare un valore molto maggiore con un piccolo software da dieci.

Written by erling

26 marzo 2011 at 21:15

Pubblicato su foto, ipad

Tagged with ,

Buon compleanno

leave a comment »

Sono compatriota di Galileo Galilei, e di svariate decine di assoluti geni dell’arte, della scienza e della musica.

Alcuni mi dicono che il fazzoletto di terra su cui vivo e lavoro in realtà appartiene ad un’altra area culturale/geografica, e che solo per un accidente storico è entrato a far parte dello stato italiano.

Tuttavia non ci credo, penso che sia un decisivo privilegio quello di parlare la lingua di Dante, di leggere i testi di Galileo direttamente nella lingua in cui sono stati scritti, di ascoltare le opere di Rossini e Verdi e di comprendere con facilità il loro italiano.

La lingua comune, e la cultura che grazie ad essa è nata e si è diffusa, ci lega ai grandi uomini del passato ed ai pochi degni del presente, siamo italiani al di là delle contingenze amministrative.

Written by erling

17 marzo 2011 at 22:41

Pubblicato su vaghezza

L’ipad come strumento per il fotografo

leave a comment »

Non parlo ovviamente del nuovo ipad, la fotocamera che possiede non si usa per fare fotografie ma solo per guardarsi mentre si parla con gli amici via facetime. Del resto l’ipad non ha proprio le dimensioni e la forma di una macchina fotografica, e mi sembra assurdo fare polemiche se la fotocamera non è all’altezza di una nikon.

Parlo invece della versione uno, che ha una buona dotazione di memoria ed uno schermo abbastanza grande per osservare le foto appena scattate, e scaricate con l’apposito comodissimo adattatore.

La situazione è proprio quella che immaginavo quando ho deciso che forse un ipad poteva essermi utile: viaggio breve, in zona civilizzata dotata forse di collegamento wifi e sicuramente di prese di corrente; avevo due esigenze che ho scoperto essere in contrasto, ovvero fornire ai bimbi qualche cartone animato da guardare nei momenti di relax, e appunto disporre di un mezzo per guardare le foto appena scattate.

Alla seconda importazione il bel giocattolino mi avvisa che non c’è spazio per importare tutte le immagini, al che penso di risolvere il problema cancellando un film, liberando così cinque-seicento mega, più che sufficienti per ospitare una giornata di scatti.

Sorpresa, le cose importate tramite itunes non si possono cancellare dall’ipad! O almeno io non sono riuscito a trovare il modo. A differenza delle applicazioni, che si possono eliminare senza problemi, musica, film e foto caricate sull’ipad tramite itunes non si possono più togliere, ma occorre sincronizzare nuovamente con il computer. Pazzesco!

Questa triste circostanza riduce di molto l’utilità dell’ipad, anche se è vero che sapendolo prima si può lasciare uno spazio libero prima della partenza, ed eventualmente è sempre possibile cancellare qualcosa delle foto importate, ma chiaramente si tratta di una soluzione di ripiego, ed oltretutto fastidiosa, pensando a quanto sarebbe semplice consentire la gestione locale anche dei file importati da itunes.

Resto poi in attesa di un programma serio per gestire le foto su ipad, ci vorrebbe una versione di lightroom per fare un trattamento preliminare sul campo, e poi esportare sul mac il prodotto semilavorato al ritorno a casa. Ma per ora sono solo fantasie, e mi tocca scegliere tra il vedere le mie foto o i cartoni dei bambini; a volte è duro essere genitori…

Written by erling

13 marzo 2011 at 22:54

Pubblicato su foto, ipad

Tagged with