Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Time capsule, da non usare per il ripristino

with one comment

Ho acquistato di recente un nuovo disco esterno, per la precisione un WD mybook studio da 1 TB che mi sembrava interessante per il fatto di avere una connessione firewire, cosa che ormai non si trova più molto spesso, ma che è utile perchè evita di usare una delle tre prese usb del mio imac, che sono sempre troppo poche per tutti i collegamenti che devono gestire.

Poi avevo letto che era anche silenzioso, e quindi mi sono deciso e lo ho preso. Finora tutto bene, nel senso che è in effetti estremamente silenzioso e direi anche veloce nel trasferimento dei dati.

Lo ho adibito per 300 giga a deposito di cose vecchie, ovvero dati utili ma non tanto attuali, che stanno bene quindi archiviati in modo da non consumare troppo spazio sul disco principale. Per gli altri 700 giga lo ho destinato invece a disco di backup da dare in pasto a time machine, al posto di quello della time capsule che ho usato con alterne vicende negli ultimi tre anni.

Ho fatto quindi qualche prova anche di recupero dei dati, e finalmente, finalmente, l’interfaccia spaziale di time machine funziona nel modo in cui dovrebbe, ovvero senza gli insopportabili rallentamenti dovuti al collegamento wireless di time capsule.

Ecco, l’idea, il design dell’oggetto time capsule, sono semplicemente ineguagliabili, le limitazioni hardware però fanno sì che il backup funzioni senza grossi problemi, dato che non importa se il salvataggio dura mezz’ora o un’ora, perchè non riduce le prestazioni del computer ed intanto che time machine lavora si può fare tutto il resto; il recupero dei dati però con time capsule è veramente esasperante, la risposta ai comandi è tanto lenta che non si sa mai se la macchina abbia recepito e stia lavorando, o se si sia bloccato tutto il meccanismo, ed occorre veramente molta pazienza per terminare il ripristino. Funziona tutto, ma lentissimamente e senza quella rapida risposta visiva ai comandi che è essenziale per evitare frustrazioni ed arrabbiature.

Molto meglio adesso, con un veloce collegamento diretto con il disco di backup. La time capsule la userò come archivio statico, per dati che non occorre continuare a movimentare. In fondo le capsule del tempo si aprono solo dopo molti anni.

Advertisements

Written by erling

22 gennaio 2011 a 23:15

Pubblicato su hardware

Tagged with ,

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. Ma hai provato a collegare la tc con un cavo di rete? Molto veloce e senza rallentamenti per il wifi il dual band e la funzione back to Mac velocissime.

    Kill

    27 giugno 2011 at 21:48


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: