Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for ottobre 2010

Il nuovo Mac Os X Lion

leave a comment »

La forza di Mac Os X con la magia di iPad, dice lo slogan sulla nuova pagina di apple.

La magia di iPad trasferita sul mac: un app store anche per i programmi, molto originale, ed effetti speciali come se piovesse; niente di apparentemente utile, il vecchio finder rimane vecchio.

A me l’iPad non piace, che ci posso fare, e tremo al pensiero di vedere il mio iMac trasformato in un grande tablet. Non so se correrò a comperare il nuovo felino, l’anno prossimo. Ma del resto hanno venduto milioni di iPad, perchè non dovrebbero fare il bis, quindi anche il nuovo sistema operativo sarà come sempre un galattico successo, e mi troverò nella minoranza di chi non capisce.

Però, pensandoci meglio, può essere uno stimolo ad anticipare la sostituzione del mac, finchè dura Snow Leopard. Devo solo convincere il resto della famiglia…

Written by erling

20 ottobre 2010 at 23:11

Pubblicato su Mac

Tagged with ,

DRM, perchè tanta vana fatica?

leave a comment »

Alla ricerca di libri in formato digitale, ho fatto un giro sulle prime, scarne, librerie online, ed ho anche acquistato un libro da bookrepublic, convertendolo poi con calibre nel formato mobi in modo da poterlo leggere su kindle. Fin qui il processo è stato relativamente semplice, anche se non semplicissimo come acquistare su amazon. Fortunatamente il libro che ho comperato non era “protetto”, quindi la conversione è riuscita al primo colpo.

Ho poi incontrato qualche libro con il sistema DRM di Adobe, ed un sito come il libraio, che consente di scaricare gratuitamente un testo di prova, in modo da impratichirsi con il sistema, che è veramente intricato.

Occorre per prima cosa scaricare adobe digital editions, un software pesante, lento, macchinoso e con un aspetto del tutto estraneo alla semplice efficacia di Snow Leopard.

Poi, avendo un account adobe, si può anche autorizzare il computer alla lettura del libro scaricato.

Poi si scarica il libro, non direttamente dal sito che lo vende, ma tramite passaggio dal suddetto pachiderma adobe, e si ottiene un file in formato epub che non è compatibile con il mio kindle.

Poco male, lo trasformo con calibre, ma il povero calibre si rifiuta di convertire i file protetti da DRM. Che fare? le parole magiche sono in questo caso:

adobe adept drm python scripts

e google si incarica di portarci la soluzione.

Cinque minuti di lavoro, ed ho il file mobi non più protetto; a cosa serve tutta la manfrina dei DRM quindi? A scoraggiare gli utenti onesti, a stimolare i ladri, a gonfiare i prezzi della merce digitale.

Sembra che gli editori dei libri non abbiano imparato nulla dagli editori musicali, che ormai hanno rinunciato in gran parte al vano tentativo di bloccare le copie.

Written by erling

19 ottobre 2010 at 21:45

Pubblicato su libri

Tagged with , , ,

Biblet, prime (brutte) impressioni

leave a comment »

Ora che sono dotato di un kindle, sto attento alle notizie che ogni tanto si sentono relative alla disponibilità di libri italiani; leggere in inglese è un utile esercizio, ed in questo ambito si trova veramente di tutto, ma ogni tanto sarebbe anche bello trovare qualcosa in italiano, a parte il giornale quotidiano (la Stampa, unico disponibile finora, chissà che anche gli altri prima o poi si sveglino).

Così oggi ho voluto collegarmi al nuovissimo negozio online di telecom italia, biblet, che opportunamente propone di scaricare un libro gratis per sperimentare il sistema.

su questa pagina è offerto un libro in formato epub, che non è quello del kindle ma pazienza, lo convertirò con calibre, tuttavia una finestrella mi informa che il mio sistema non soddisfa i requisiti minimi per l’installazione di adobe digital editions, il sistema scelto per la gestione dei drm. Cominciamo bene!

In realtà il mio sistema è più che attrezzato per gestire l’ennesimo programma adobe, e cercando altrove riesco a scaricarlo ed installarlo. Ovviamente adobe ha le proprie simpatie per l’interfaccia utente, e quando propone di inserire il nome utente e password dell’account adobe, lo fa con una finestrella dove non è possibile incollare del testo! Dato che ho una password lunga e complicata creata da 1password, rinuncio a scriverla a mano e decido di saltare questo passo, visto che il solerte programmino di installazione mi consente di non registrarmi, a pena però di perdere la possibilità di trasferire i libri acquistati su altri computer.

Riprovo quindi a visitare il sito di telecom per scaricare il famoso libro – la coscienza di Zeno, un esordiente! – ma ancora mi appare la finestrella che mi avvisa di non avere i requisiti per l’installazione. Di bene in meglio!

Decido di continuare l’esperimento, per amore della scienza libraria, e di comperare un libro, pur non sapendo se calibre riuscirà a convertire il formato epub nel formato mobi accettato dal mio kindle, data la presenza dei malefici drm.

Non che il catalogo sia molto ricco, si trova di più su una bancarella al mercatino del sabato, comunque trovo un libretto a 6,99 euro, e mi stupisco favorevolmente del fatto che il sistema non mi chiede di registrarmi ma mi manda direttamente al pagamento: mi ero stupito troppo presto, ecco cosa mi ritrovo quando confermo l’acquisto:

Prossimamente disponibile!

Che dire, che il sistema è leggermente immaturo? Ma sì, giusto per carità di patria. Speriamo in edigita, forse andrà meglio.

Written by erling

9 ottobre 2010 at 10:10

Pubblicato su libri

Tagged with , ,

Internet da liberare

leave a comment »

Sarà forse la volta buona? Smetteremo di essere l’unico paese occidentale che tarpa le ali ad internet con la scusa di un fantomatico pericolo terrorista?

Qualcosa si muove, forse, anche se come sempre disperatamente tardi.

Written by erling

7 ottobre 2010 at 21:40

Pubblicato su rete