Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for giugno 2009

Zone d’influenza

leave a comment »

Ieri in spiaggia è passato un piccolo corteo nuziale, composto da una decina di persone oltre ai fotografi, tutti di accenti e modi britannici. Mi aspettavo di veder comparire Hugh Grant, ma lo sposo ne era comunque una passabile imitazione.

Su quest’isola la grandissima maggioranza dei turisti è inglese, e probabilmente anche una buona quota dei proprietari delle case da vacanza. Anche i locali pubblici riflettono in qualche modo le caratteristiche dei loro avventori, con insegne che reclamizzano la disponibilità della tv via satellite per seguire gli avvenimenti sportivi e scritte in greco quasi assenti.

È sempre curioso vedere questi aspetti di colonizzazione turistica, questo peculiare mescolamento di culture del tutto artificioso ma comunque non deleterio, mi sembra, proprio perché del tutto superficiale e quindi non in grado di intaccare la sostanza che sta sotto.

In altre parole, è curioso passare nel centro di Skiathos città e pensare magari ad un angolo di Londra trapiantato in Grecia, ma le chiesette dell’interno restano inconfondibilmente ortodosse, e nessuno pensa di “adattarle” al gusto del turista.

Insomma, ancora un esempio del mondo globale o se vogliamo dell’Europa unita, e l’unico dubbio che mi lascia tutto ciò è: dove saranno i tedeschi, che di solito sono dappertutto?

Annunci

Written by erling

26 giugno 2009 at 10:25

Pubblicato su viaggi

Tagged with

Mamma mia!

leave a comment »

Pare che la fama imperitura di questo lembo di terra greca sia legata nientemeno che ad un recente film di Hollywood, dal nome poco ellenico di Mamma mia!; Meryl Streep, Pierce Brosnan ed il loro vasto seguito hanno girato qui, l’estate scorsa, una pellicola di cui ignoro la trama ma che ruota attorno a matrimoni, famiglie, sole e mare, i classici ingredienti mediterranei che l’industria filmica sa cucinare sempre in maniera troppo perfetta e calibrata per essere vera.

Prima di avventurarmi in una critica di un film non visto, dirò solo che il capitano della nave che oggi ci ha portato ad Alonissos e Skopelos, il resto delle Sporadi, era molto preso dalla responsabilità di promuovere il film, segnalando le varie location a mano a mano che si incrociavano lungo le isole. In sovrappiù, la colonna sonora comprendeva generose citazioni degli Abba e dei gloriosi anni ’70 della disco music.

Un tuffo nel passato quindi, anche se meno remoto di quanto potrebbe far credere l’ambientazione nel mare Egeo.

Che dire di Alonissos e Skopelos? Forse andrebbero viste con una barca propria e la dovuta libertà / tranquillità, altrimenti l’effetto è di una certa uniformità, che sicuramente invece non esiste non appena uno esce dal solito giro che abbiamo sperimentato noi.

Poco male comunque, ho approfittato della lunga navigazione per dare qualche piccola idea di classicità ai pargoli, spiegando loro come funzionavano le Olimpiadi. Chissà se con l’aria di mare non si possa respirare qualche molecola di storia…

Written by erling

24 giugno 2009 at 20:21

Pubblicato su viaggi

Tagged with

Gli amici di Kastro

leave a comment »

Abbiamo affrontato oggi in auto le tortuose asperità dell’isola per arrivare al punto più a nord, dove si trovano i resti delle fortificazioni che a partire dal quattordicesimo secolo hanno protetto gli abitanti di Skiathos da pirati, banditi ed invasori assortiti.

Il complesso di Kastro contiene diversi ruderi, un cannone arrugginito ed alcune piccole chiesette, il cui stato di conservazione varia dal buono al pericolante.

Interessante soprattutto è stata la conoscenza con uno degli amici di Kastro, un gruppo di volontari che nei periodi di afflusso turistico presidia la zona per dare informazioni e ristoro ai visitatori (acqua freschissima e ouzo, gustati all’ombra di alberi secolari).

Di una certa età, parlava un buon italiano e ci ha chiesto alla fine solo una piccola offerta da lasciare nella cassetta in chiesa. Decisamente un tipo di volontariato benefico e utile, sarebbe bello trovarne più spesso in giro, di queste ronde culturali.

Written by erling

23 giugno 2009 at 15:37

Pubblicato su viaggi

Tagged with

Pirati dell’Egeo

leave a comment »

Leggo sulla guida di Skiathos che per quasi cinque secoli, dal milletrecento circa in avanti, la vita degli abitanti dell’isola era continuamente a rischio a causa dei pirati, tanto che in alcuni periodi la città fu abbandonata e la gente si trasferì in una rocca fortificata a picco sul mare.

Oggi la vita degli isolani è minacciata dai turisti, e di certo qualcuno si lamenta della perdita delle tradizioni e della memoria storica.

Sulla magnifica spiaggia di Mandraki penso a come doveva essere dura la vita nei secoli scorsi in un paradiso come questo, e mi convinco che il progresso che molti disprezzano è una realtà; a volte funziona male, ma nella maggioranza dei casi e nel lungo periodo i benefici superano di gran lunga i danni che porta.

Written by erling

22 giugno 2009 at 10:50

Pubblicato su viaggi

Tagged with

Staccare la spina

leave a comment »

Qui in albergo a Skiathos ci dovrebbe essere Internet via Wifi in camera, ma il collegamento è debole ed in pratica non funziona.

La cosa però non mi disturba, ho deciso di approfittarne e di vivere questa settimana scollegato dalla grande rete, e per ora il vizio non mi dà crisi d’astinenza.

Studio la guida cartacea dell’isola, faccio progetti di gite sulla mappa cartacea, tutto come si faceva un tempo, e mi godo la lettura di un libro mentre i bimbi ormai relativamente autonomi giocano tranquilli.

Niente posta, niente newsreader, blog in differita, peccato solo per la tv in camera.

Written by erling

21 giugno 2009 at 15:16

Pubblicato su viaggi

Sul volo immobile

leave a comment »

A volte viene da invidiare i viaggiatori dei secoli andati: certo, loro non avevano il privilegio di raggiungere la loro meta volando, ma almeno si muovevano, in nave, in carrozza o a piedi che fosse, ed avevano un immediato riscontro fisico dei loro spostamenti.

Invece il viaggiatore moderno si può ritrovare chiuso in un aeroplano per più di un’ora, fermo sulla pista in attesa di decollare, a causa di “congestione del traffico”.

Ora però si parte, e ritroviamo la superiorità sul passato, intesa ovviamente solo in senso di maggiore velocità.

Written by erling

20 giugno 2009 at 13:54

Pubblicato su viaggi

Ripartire

leave a comment »

A Brescia in attesa del volo per Skiathos, settimana al mare canonica ma con i bimbi più grandi, che lasciano anche modo di scrivere sull’iphone.

Oltre alle creme solari porto un traveller bug, da lasciare in una cache isolana.

Relax come d’obbligo, con forse un’attività hobbistica in sovrappiù.

Written by erling

20 giugno 2009 at 12:49

Pubblicato su viaggi

Tagged with ,