Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Quando Apple si riscatta

leave a comment »

Ogni tanto anche Apple fa delle figure barbine, come nel caso dell’avvio stentato del nuovo servizio di sincronizzazione dall’orrido nome di Mobile Me, ma bisogna ammettere che la premiata ditta qualche volta ammette gli errori e cerca di porvi rimedio in modo generoso.

Essendo un tipo curioso mi sono iscritto a mobile me il giorno stesso del lancio, ovvero l’undici luglio; secondo quanto previsto dal programma di prova avrei dovuto godere di sessanta giorni per valutare gratuitamente le potenzialità del servizio, dopodichè la mia carta di credito sarebbe stata automaticamente gravata di 79 euro quale corrispettivo dell’abbonamento annuo.

Dopo il disastroso avvio, la premurosa apple ha regalato a tutti noi scottati dal passaggio trenta giorni di ulteriore abbonamento, e non solo ai vecchi abbonati a .mac che avevano magari perso dei messaggi di posta o non avevano potuto accedere al loro calendario per un paio di giorni, ma anche a chi come me non aveva in realtà perso nullla, dato che, almeno io, non avevo avuto nemmeno il tempo materiale di inserire un byte nella nuvola, visto che proprio non funzionava.

Successivamente è emerso che per verificare la bontà delle carte di credito usate per i nuovi account, apple non aveva chiesto la disponibilità di 1 euro, ma di 121; notare che non si trattava di un vero addebito, ma solo di una “prenotazione” della somma che quindi non è stata realmente tolta dal conto di chi si è iscritto: anche qui comunque un regalo di 30 giorni per scusarsi dell’inconveniente.

Infine, notizia di pochi giorni fa, altri 60 giorni regalati perchè ad oggi il servizio non funziona ancora secondo gli standard di qualità apple, cosa che posso confermare visto che alcuni eventi di un calendario mi sono spariti ed ho dovuto ricorrere al backup per ripristinarli, ed in un’altra occasione un calendario è stato completamente riscritto, pur contenendo le stesse cose di quello nella nuvola.

In totale quindi io usufruisco di una prova gratuita di 180 giorni; ho ancora dei dubbi sull’utilità di questo servizio per le mie esigenze, ma non ne ho nessuno sulla bontà della politica di fidelizzazione dei clienti adottata da apple; penso che un mancato guadagno di 25,97 euro ( 79,00 \cdot  \frac{120}{365}  = 25,97 ) pur di non far scappare un utente sia del tutto sopportabile e direi anche saggio per un’azienda che vanta venti miliardi di dollari di liquidità.

Annunci

Written by erling

20 agosto 2008 a 22:02

Pubblicato su Mac

Tagged with

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: