Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

La fortuna del viaggiatore del tempo

leave a comment »

Oggi ho avuto modo di sperimentare in concreto l’effettiva utilità di un sistema di backup automatico, preciso e semplice. Come? Ovviamente per “merito” di un disastro di windows, che anche nella sua forma addomesticata rappresentata da parallels riesce a piantarsi compromettendo anche il file che contiene l’ambiente, ovvero la scatola da cui non può scappare per far danni nel mac, ma che rappresenta nel contempo l’unico oggetto che deve funzionare per poter avere il sistema attivo.
Un semplice clic sull’icona della macchina del tempo, ed in pochi secondi ho scelto una versione del file salvata qualche giorno fa, ripristinandola. Tutto a posto, non oso nemmeno pensare al tempo che avrei perso prima di leopard.

Tags:

Advertisements

Written by erling

17 febbraio 2008 a 21:52

Pubblicato su Mac, software

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: