Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for luglio 2007

Due giorni

leave a comment »

Difficile organizzare un viaggio in bici continuando con il solito lavoro ed andando anche avanti e indietro dalla montagna ogni giorno. Il tempo è veramente ridotto.

Ad ogni modo, mancano solo due giorni, e dopodomani si parte con l’auto e con due biciclette, due carrellini portabimbi, due zaini, due borse grandi da bici, due borse piccole da manubrio, e ovviamente due bimbi che richiedono la gran parte del bagaglio e delle attenzioni. Il meteo è previsto accettabile, gli alberghi per le date strategiche sono prenotati, in teoria sarà un giro in bici molto tranquillo con pochi chilometri e molte soste, spero così di avere anche modo di aggiornare il blog e naturalmente di fare molte foto.

Written by erling

31 luglio 2007 at 21:20

Pubblicato su bicicletta, Olanda, viaggi

Olanda 1984

leave a comment »

Questa non sarà la mia prima esperienza di bicicletta in Olanda, dato che ne ho percorso le strade soltanto 23 anni or sono.

Qui ho creato una mappa con le tappe di allora, ovviamente si pedalava molto di più (il viaggio poi è proseguito fino alla Finlandia…)

Written by erling

19 luglio 2007 at 20:36

Pubblicato su bicicletta, Olanda, viaggi

Il progettista di viaggi

leave a comment »

Sono nella fase della progettazione: ho finalmente qualche specifica abbastanza precisa, ovvero i giorni dal 3 al 13 o 14 agosto, il mezzo che sarà in parte l’auto ed in parte la bicicletta, ed il luogo che sarà l’Olanda.

Normalmente avrei comperato una guida, magari se il paese fosse più lontano ed esotico la lonely planet, oppure anche ultimamente le rough guides mi ispirano, una bella carta al duecentomila dettagliata quanto basta, e mi sarei messo a ipotizzare distanze, alloggi e luoghi da vedere.

In effetti anche questa volta ho fatto tutto questo, ma mi sono in più servito dei mezzi moderni: google earth è impagabile per “vedere” i luoghi, le distanze e le altimetrie (beh, in Olanda queste ultime non sono un granchè), e lo strato di panoramio con le foto dei luoghi rende la ricerca ancora più immersiva.

Ci sono anche siti che forniscono tracciati gps con percorsi per le biciclette, insomma gli strumenti non mancano, manca semmai il tempo di approfondire.

Ad oggi mi ispira molto la Zelanda, ma è proprio la parte più lontana, e la parte a nord di Amsterdam (Harlem e su, fino alle isole Frisone). Devo combinare i pochi giorni, i pochi chilometri che potremo fare con i bimbi, ed inserire anche qualche attrattiva per questi ultimi.

Mi ispiro anche anche da siti come questo, che mi rendono ottimista sulla possibilità che si riesca a portare a termine il viaggio.

Written by erling

19 luglio 2007 at 20:22

Pubblicato su bicicletta, Olanda, viaggi

L’emozione di un negozio chiuso

leave a comment »

Quando il sito apple è in fase di aggiornamento, come in questi momenti, i furbetti della mela si premurano di inserire un laconico appunto e tutto il mondo attende fremente le novità.
Anch’io nel mio piccolo fremo, ed attendo come tutti la prossima rivelazione.

Written by erling

17 luglio 2007 at 11:59

Pubblicato su Mac

In Rendena in bicicletta

leave a comment »

La ciclabile della val Rendena per un ciclista mediamente allenato non presenta difficoltà: le uniche salitelle degne di nota si trovano all’inizio, nel tratto tra Villa Rendena e Pelugo, e sono facilmente superabili.
Non così per chi trascina il carrellino portabimbi con due pargoli a bordo, e non è nemmeno mediamente allenato; in due o tre occasioni non ho potuto far altro che invitare i suddetti pargoli a scendere ed a camminarmi vicino mentre spingevo la bici con il traino.
A parte questi piccoli inconvenienti però il percorso è estremamente godibile, sia dal punto di vista paesaggistico che da quello più familiare: non si contano gli spazi attrezzati che si incontrano, con parchi giochi di ogni tipo, a partire dal bicigrill di Vigo Rendena fino al parco dei divertimenti di Pinzolo, con giostrine e tappetoni elastici.
Tutto bene dunque e grande soddisfazione, a parte l’intoppo fastidioso di una foratura che ci ha fatto perdere molto tempo, dapprima in una riparazione che ha resistito ben poco, poi in una puntata a Pinzolo per acquistare una nuova camera d’aria, complessivamente una decina di chilometri che ho fatto con l’altra bici (scarica) mentre la consorte attendeva in uno dei tanti magnifici parchi, con tanto di fontana/piscinetta naturale e bagno dei piccoli.
In tutto, tra andata e ritorno, meno di trenta chilometri, oltre alla deviazione per foratura, ma la soddisfazione ci ha resi baldanzosi e desiderosi di sperimentare nuove mete. Chissà che più in là non si riesca a fare qualcosa di serio.

Written by erling

15 luglio 2007 at 21:47

Pubblicato su bicicletta, gite

Strani giorni d’estate

leave a comment »

Ormai è iniziata anche dal punto di vista astronomico, ma finora l’estate, qui da noi, non presenta temperature estive, anzi. Siamo installati in pianta quasi stabile in montagna da dove scendiamo per andare in città a lavorare, ma per quanto riguarda vacanze un po’ più lunghe e vere al momento non ci sono prospettive, a causa di problemi di turni lavorativi.

Per forza di cose quindi ci si concentra su mete più vicine e su periodi molto brevi, come forse una gita in bicicletta sulla ciclabile della Rendena o magari anche solo su quella del tratto Riva – Arco, che ha come unica difficoltà le temperature solitamente elevate, ma se continua così non saranno un problema.

Forse in agosto ci si libererà per una settimana, ed allora sarà Londra o un giro in Austria (in bici?) o chissà. Insomma, il massimo dell’incertezza.

Written by erling

11 luglio 2007 at 20:11

Pubblicato su gite, vaghezza, viaggi

Lego Star Wars, facciamo il bis

leave a comment »

Ho comperato la seconda versione del videogioco più giocato in famiglia, le guerre stellari versione lego, ed è destinata a raddoppiare il successo della prima con il piccolo Marco, che, dopo l’assaggio di ieri, oggi ha aspettato che rientrassi dal lavoro con la scatola sottobraccio praticamente per l’intera giornata.
Non c’è nulla da fare, è un gioco veramente divertente sia per lui (5 anni) che per me (36 di più), e questa seconda puntata segue la trilogia originale dei film, con tanto di principessa Leila con la sua bellissima acconciatura e Ian Solo con i suoi modi da avventuriero, il tutto reso con gli omini lego che sono comici solo a vederli; la violenza mostruosa di spade laser, folgoratori e incrociatori siderali si abbatte su pezzettini di plastica che saltano in aria con rumore, ma nessuno si fa male perchè il lego, si sa, è indistruttibile e tutto si ricostruisce come prima.
E’ intelligente anche il sistema di gioco cooperativo, per cui in qualunque momento un secondo giocatore può entrare in gioco ed abbandonarlo quando ci sono urgenze domestiche più impellenti.
L’unico difetto è il gioco sul portatile, dato che la tastiera stretta rende piuttosto difficile gestire i movimenti di quattro mani, e forse gli episodi sono più lunghi rispetto alla prima versione (almeno i due che abbiamo giocato), il che non è una bella cosa quando la sera si deve dire “a letto dopo il gioco”.
Per il resto, un utile esercizio sul computer e la tastiera, più per me che per lui naturalmente…

Written by erling

6 luglio 2007 at 22:23

Pubblicato su software