Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for aprile 2007

Organizzare viaggi

leave a comment »

Dopo la mia visita pomeridiana all’agenzia ho le idee più chiare sul perchè non sono riuscito a trovare alberghi a Barcellona su internet: per prima cosa andiamo là in un periodo di fiere e gran premi, quindi la disponibilità è scarsa, poi le agenzie hanno accesso ai sistemi di prenotazione dei grandi tour operator che acquistano camere in blocco e le rivendono, quindi hanno in effetti risorse superiori.

Perchè lo stesso aereo costa molto di più in agenzia? per le commissioni che applicano, di 40 euro a testa, ovvero 160 in quattro, leggermente esagerate su un prezzo pulito di 550 euro.

A parte questo, non ho ancora la certezza della camera, perchè l’operatore deve confermarla con il corrispondente che oggi e domani è chiuso, si vedrà mercoledì…

Annunci

Written by erling

30 aprile 2007 at 17:06

Pubblicato su viaggi

Viaggiare organizzati

leave a comment »

Tre giorni e mezzo alla metà di maggio, e come idea Barcellona, facile da raggiungere e piena di attrattive, anche per bimbi.

L’avveduto internauta trova rapidamente una linea aerea a basso costo, anzi un intero sito che cerca le varie compagnie per nostro conto, e con soddisfazione scopre che clickair vola da Verona con orari ottimi.

L’albergo tuttavia è un altro paio di maniche, cercando sui motori di ricerca si trovano siti improbabili pieni di pubblicità, su expedia sembrano tutti pieni o comunque senza posto per bambini, insomma dopo un’oretta di navigazione infruttuosa lascio perdere, e stamattina passo nella nostra agenzia di fiducia. Risultato: pochi alberghi in effetti, ma un paio tra cui scegliere ci sono, il che conferma che in certi casi un aiuto professionale può fare la differenza.

Unico neo, che mi dovrò far spiegare: clickair vende il viaggio a 550 euro, mentre l’agenzia propone lo stesso volo marcato Iberia a 726 euro.

Written by erling

30 aprile 2007 at 14:00

Pubblicato su viaggi

La calcolatrice Curta, un’opera d’arte meccanica

with 3 comments

E’ arrivata finalmente oggi, il mio capriccio che non esito a paragonare all’acquisto di un’opera d’arte. Si tratta della calcolatrice meccanica probabilmente più bella (dal punto di vista estetico) e geniale (dal punto di vista ingegneristico) della storia. Qui una breve introduzione. Qui un sito più completo.

Qui sotto una foto che ho fatto io: (qui altre su flickr)

20070427

Non so, a me sembra che un oggetto simile rappresenti un simbolo di intelligenza e funzionalità, degno di stare alla pari di molte opere d’arte in un’ideale galleria degli oggetti di pregio dell’umanità.

Inutile dire che stasera la ho provata ed esaminata a dovere, e che dire, così tanti anni funziona a meraviglia – non è molto chiaro quanti anni abbia, secondo un sito il numero di serie 51823 risale al 1962, secondo un altro al 1955. Penso che inizierò una collezione di strumenti di calcolo…

Written by erling

27 aprile 2007 at 22:26

Pubblicato su matematica

La vita registrata

leave a comment »

Esiste un enorme archivio che contiene le tracce delle nostre attività, la nostra posta spedita e ricevuta, le ricerche degli argomenti che ci interessano, e da qualche giorno anche tutte le pagine che vediamo, i documenti che scarichiamo o le immagini che scorriamo.
Quasi nessuno si lamenta, molti sono entusiasti, io non so bene che pensare ma intanto ci sono cascato, ho attivato l’opzione che permette a google di registrare buona parte della mia ciber-vita, di conservarla in qualche cassaforte dove resterà ancora per molto tempo dopo la mia morte, e di osservare e sezionare le mie abitudini ed i miei gusti per rivenderli, aggregati con migliaia di altre tracce, al miglior offerente.
Mi sento protetto non tanto e non solo dalle promesse dei due geni milionari che si impegnano a fare soldi senza fare del male, quanto dalla legge dei grandi numeri che mi garantisce l’approssimarsi alla normale (intesa come funzione) delle migliaia di storie individuali assemblate; in altre parole, a nessuno interessa che io – e proprio io – visito tutti i giorni il sito di google, ma a molti interessa che quel sito è visto da centomila persone della mia fascia di età, e magari x-mila in una fascia più giovane.
Cosa mi danno in cambio, i due milionari? Statistiche, che a me piacciono sempre, su quando, quanto e cosa cerco e trovo in rete, e poi un ricordo indelebile di ogni pagina vista che sarà quindi sempre reperibile anche a distanza di anni. Questa è in effetti la promessa più intrigante, l’embrione di quella registrazione totale delle nostre vite che qualche visionario prevede e che modestamente anche a me sembra inevitabile nel lunghissimo periodo.
È una tendenza chiarissima ed inarrestabile: la differenza di informazioni reperibili su mio nonno, mio padre ed il sottoscritto è semplicemente abissale, i miei figli praticamente dalla nascita hanno tracce digitali archiviate in più copie, i miei nipoti non oso immaginare. Insomma, tra cento anni non potrete ricostruire tutto il mio io, ma già avrete un buon campione su cui lavorare…

Written by erling

24 aprile 2007 at 21:05

Pubblicato su Siti, vaghezza

Una giornata al mare

leave a comment »

Quelle idee fulminee che sembrano pazzie, nate dalla proposta ingenua di un bimbo di cinque anni… “andiamo al mare!” e così abbiamo fatto, venerdì pomeriggio ho rapidamente cercato in rete e con google earth una destinazione ed una sistemazione consona, abbiamo ritirato i bambini all’asilo + scuola materna e siamo partiti in auto alla volta del Lido degli Estensi, arrivando in tempo per la cena.

Un tipico “vacanzificio” della costa adriatica, ma arrivandoci fuori stagione ha un che di affascinante, la spiaggia di quasi trecento metri di larghezza tutta per noi, la temperatura (effetto serra) del tutto estiva ma non torrida, insomma avendo decine e decine di metri quadri di sabbia a disposizione l’effetto del mare romagnolo è tutt’altra cosa rispetto agli affollamenti ferragostani.

I bambini felici di far castelli di sabbia, noi anche, data la brevità del soggiorno non c’è tempo di annoiarsi, ed in più abbiamo visitato Comacchio, restando piacevolmente sorpresi dalla bellezza di questa cittadina.

Domenica mattina ancora in spiaggia, molto più affollata, e subito dopo pranzo partenza, per arrivare a casa in meno di tre ore.

Written by erling

22 aprile 2007 at 21:10

Pubblicato su gite

Pensano tutti ai telefoni…

leave a comment »

Addirittura Apple rinvia l’uscita del nuovo sistema operativo di quattro mesi per star dietro allo sviluppo del suo telefonino, e non mancare, tra due promesse, l’uscita di giugno di iPhone.

Segno dei tempi forse, tra un “cervello” per computer ed un nuovo telefono si privilegia quest’ultimo, ma non riesco ad arrabbiarmi nè a scandalizzarmi, anzi… in fin dei conti l’attuale Os X è eccellente ed ancora dà svariati punti alla concorrenza, quindi non c’è urgenza di cambiarlo, e poi il telefonino apple riesce ad entusiasmare perfino me che non ho nessun entusiasmo per la parte cellulare della tecnologia.

Tra Leopard e iPhone anch’io sceglierei di avere prima il telefonino, ma prevedo che lo avrò dopo invece, dato che qui in Europa arriverà alla fine dell’anno, se va tutto bene.

Written by erling

14 aprile 2007 at 19:35

Pubblicato su Mac

Flussi digitali, anno 2007

leave a comment »

Quasi un anno fa, ho controllato, il 2 maggio 2006, descrivevo qui il mio flusso fotografico dell’era digitale, o workflow come dicono gli avveduti.

Mi stupisce notare che a distanza di tantissimo tempo, praticamente un’era informatica, il sistema non è variato di molto; l’unica differenza è che nel frattempo il programma principe, lightroom, non è più in beta ma in versione 1.0 che ho regolarmente acquistato. L’uso di lightroom mi dispensa dal passaggio che facevo in shoebox per inserire i metadati, ma per il resto è tutto uguale, una prassi resa fluida dall’esperienza e che si fa senza grandi sforzi mentali ormai, con il piacere di vedere il risultato che si crea a mano a mano, sia dal lato immagine che dal lato organizzazione delle foto, dell’accumulo dei metadati che è poi il vero valore aggiunto del trattamento a computer.

Dimenticavo, c’è in più la faccenda della georeferenziazione, che probabilmente l’anno scorso a questa data non era ancora così sviluppata. Ora c’è flickr con le sue mappe, c’è il comodissimo Geotagger per referenziare le foto aiutandosi con Google Earth, c’è GpsPhotolinker per quando si va in gita con il gps e si sincronizzano le tracce, insomma le mie foto in esterni ora vengono praticamente tutte associate alle coordinate geografiche del posto dove sono state scattate.

A cosa serve tutto ciò? A vedere tutto insieme su flickr o su panoramio, o ancora come traccia su google earth, o ancora oggi non a molto, ma domani chissà, intanto posso dare sfogo alla mia mania catalogatoria e vado avanti.

Written by erling

13 aprile 2007 at 22:11

Pubblicato su foto, lightroom, software