Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Seconda stanza per bambini

leave a comment »

Lunedì a Stoccolma gran parte dei musei sono chiusi, così abbiamo deciso di sfruttare la bella stanza dei giochi di questo appartamento e di dividerci i compiti: io resto con i bimbi a giocare in casa (chiuso in casa per tutta la mattina, a Stoccolma! Cosa non si deve fare per i figli) e Lorenza ha la mattinata a disposizione per gironzolare e fare shopping.

Pranziamo quindi a casa e poi usciamo, confidando nella puntualità del sonno sul passeggino della piccola. Facciamo un bel giro in autobus verso Djurgården e scendiamo quasi alla fine dell’isola, diretti alla Thielska Galleriet.

E’ una bella casa di fine ottocento che ospita la collezione di arte raccolta da Ernest Thiel e poi acquistata dallo stato svedese; oltre a contenere diverse opere di Munch e Carl Larsson, gode di splendide vedute dalle finestre, ed è soprattutto di dimensioni adatte per essere visitata nell’arco di tempo del sonnellino pomeridiano di una bimba, e nell’arco di tempo di sopportazione del fratello.

Rientriamo, scendiamo a Nybroplan e facciamo l’ultimo pezzo a piedi, sotto un vento gelido.

Thielska 2 Nel giardino della Thielska Galleriet.
DSC_5695.jpg Rientro lungo Skeppsbron gelato.

Advertisements

Written by erling

12 febbraio 2007 a 22:11

Pubblicato su foto, Stoccolma, Svezia, viaggi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: