Viaggiar si deve

viaggi, foto, mac e il resto

Archive for novembre 2006

Boot camp è una tentazione rischiosa

leave a comment »

Dopo aver comperato il nuovo gps, mi sono accorto che il firmware è da aggiornare, ma ahimè la garmin non ha ancora una versione mac dei programmi, nonostante le promesse di inizio 2006, e forse solo l’anno prossimo ci sarà qualcosa anche per noi.

Allo stato attuale le possibilità di far girare programmi windows sul mac intel sono essenzialmente tre:

  • usare Q, che è gratis, ma non ha ancora il supporto USB.
  • usare parallels, che costa ma ha una versione di prova, però ho scoperto che ha un supporto USB molto scarso ed in pratica non vede il garmin.
  • usare boot camp, ma questo comporta installare windows con una versione piena (non upgrade) e con service pack 2; io ho una versione pienamente legale di win 98, ed una di xp di aggiornamento, ma nonostante molte ricerche e almeno tre dvd sprecati, non sono riuscito a combinarle insieme. Quindi dovrei regalare almeno un centinaio di euro al monopolista per togliermi il gusto di installare un sistema operativo inferiore sul mio stupendo macbook pro.

Insomma, le alternative non sono molto attraenti, senza contare tutto il tempo che ho già sprecato per cercare di far funzionare l’installazione di win. E’ inutile, quando ci si sporca le mani con windows, sono pasticci. Credo che aspetterò con pazienza, e per l’aggiornamento del nuvi andrò a scrocco da qualche amico dotato di pc.

Annunci

Written by erling

28 novembre 2006 at 23:06

Pubblicato su Mac, virtualità

Mantova

leave a comment »

Mantova11.jpg

Originally uploaded by kebnekaise.

click

Written by erling

27 novembre 2006 at 22:54

Pubblicato su foto

Test sul campo del nuvi 660

leave a comment »

Ecco, oggi finalmente lo ho sperimentato dal vivo per portarmi in una città dove non ero mai stato prima, Mantova. Il 90% del tragitto da Trento è in autostrada, ma sia l’uscita dalla mia città che l’ingresso a Mantova mi hanno dato delle indicazioni interessanti.

Per cominciare, se uno non segue la strada proposta, come ho fatto io per raggiungere l’imbocco dell’autostrada da casa mia, il gps non si scompone ma ricalcola rapidamente il tragitto finchè non indovina la strada che si ha in mente. La voce è leggermente metallica ma direi del tutto gradevole e precisa, ed interviene nei momenti giusti per indicare le svolte dando anche i nomi delle vie (utile anche per ripassare la toponomastica cittadina).

Lo schermo è ben visibile anche con il sole e la modalità di visione del tragitto in 3d – in realtà il termine migliore sarebbe assonometrica – dà una buona intuizione della propria posizione nel mondo ed un chiaro preavviso delle svolte da fare.

Usciti dall’autostrada a Mantova lo strumento ci ha condotti con facilità al Palazzo Te, ma abbiamo avuto modo di notare che non è aggiornato sulle ZTL, infatti ci indicava una svolta vietata da un cartello di divieto, probabilmente recente: in questi casi ovviamente è meglio fare affidamento sui segnali stradali, dato che sarebbe imbarazzante spiegare ad un vigile l’infrazione causata dall’aver seguito una voce sintetica.

Spostandoci poi verso il centro abbiamo avuto conferma del non perfetto aggiornamento dei sensi unici, dato che in un’altra occasione la “signorina”, come viene chiamata dalla prole, ci spediva in senso vietato.

A parte queste incongruenze, l’impressione è positiva, il segnale gps viene acquisito in tempo brevissimo, molto più rapidamente rispetto al garmin etrex che uso per le escursioni, il ridisegno dello schermo è veloce e c’è una corrispondenza molto precisa tra la posizione reale e quella disegnata.

Un lato negativo è la breve durata della batteria, anche se non ho un dato preciso dato che ieri sera l’avevo usato per provarlo e quindi sono partito con il gps non del tutto carico, comunque è morto dopo un’oretta di strada. Questo mi ha dato modo di usare il caricabatterie collegato alla presa dell’accendisigari, e l’annessa antenna per le indicazioni del traffico, che funziona ottimamente: in una pagina si vedono le indicazioni dei rallentamenti scaricate dalla radio; se per caso ci fosse stata un’interruzione segnalata lungo il percorso, il buon nuvi mi avrebbe fatto uscire dall’autostrada per evitare il blocco. Sono comunque contento di non aver dovuto provare questa caratteristica.

Funziona bene anche il collegamento bluetooth con il telefonino, ma non ho sperimentato la qualità audio per non svegliare i bimbi addormentati; il riconoscimento è immediato e la rubrica del telefono viene vista dal garmin, così si può chiamare toccando lo schermo.

Insomma il giocattolo promette bene e mi piace, la prossima volta lo devo provare partendo a piena carica per capire bene quanto durano queste batterie – non sarebbe male utilizzarlo anche come navigatore pedonale, ma fortunatamente avevo anche l’altro che mi è servito per orientarmi e per georeferenziare le foto.

Written by erling

26 novembre 2006 at 23:20

Pubblicato su gps

Non tutti i Garmin nascono uguali

with 2 comments

Ad esempio, oggi ho avuto la prova che usare un piccolo gps (nella fattispecie il garmin etrex legend c) per trovare la strada con l’auto non è la migliore delle idee. Ho girato oggi lungo le valli di Non e di Sole ed essendo seduto al posto del passeggero ho usato il navigatore per trovare i paesi dove eravamo diretti; le strade scelte dallo strumento erano spesso deviazioni mostruose, ad esempio da Trento a Cles ci proponeva un giro da Bolzano al passo della Mendola, i paesi come Dambel non sono nel database, insomma meglio usarlo per camminare che per andare in macchina.
Perchè non ho usato invece il nuovo nuvi? Lo proverò nei prossimi giorni, ma stasera in modalità simulazione mi è sembrato molto più astuto ed ha dato delle indicazioni corrette, quindi spero che si comporti meglio anche sul campo.

Written by erling

23 novembre 2006 at 22:13

Pubblicato su gps

Nuvi 660 trova la strada

leave a comment »

Per ora ha trovato la strada di casa  mia in un pacco del corriere, è arrivato oggi e non ho ancora avuto modo di provarlo sul campo. Ho finalmente comprato il nuovissimo navigatore per auto della Garmin, che sulla carta ha notevoli doti, uno schermo da 4,3 pollici piuttosto grande, il supporto dei telefoni bluetooth ed una discreta memoria per caricare musica, foto e punti di interesse.

Ma i dettagli si trovano qui, mentre adesso interessano le prime e ovviamente limitate impressioni d’uso, che sono ottime: ha le dimensioni giuste che lo rendono maneggevole con uno schermo sufficientemente grande per essere leggibile, le voci sono chiare ed il collegamento al telefono immediato, con un uso facile in vivavoce.

Non ho avuto modo di testarlo in movimento, quindi manca ancora la prova principale, ma per il poco che ho visto mi sembra un prodotto solido.

Unico neo, il software è solo per windows, e questo mi riporta al problema di (tentare di) installare win sul mac, cosa che al momento ho rinviato, o meglio sono giunto al punto di creare la partizione con boot camp ma non ho l’edizione di win completa, solo l’aggiornamento che non basta. Devo pensare meglio a come risolvere l’impasse.

Written by erling

22 novembre 2006 at 22:49

Pubblicato su gps

Sincronicità

leave a comment »

Mi sento mediamente privilegiato, sono stato invitato a partecipare alla beta di spanning sync, uno strumento potenzialmente molto utile per sincronizzare i calendari del mac con quelli su google calendar.

Non che faccia molto uso di calendari elettronici o cartacei, la mia vita non ha milioni di scadenze ed appuntamenti, ma sono molto sensibile alla possibilità di usare gli stessi dati con diverse applicazioni, e quindi ho iniziato i test: per ora ho notato che gli eventi che durano tutto il giorno vengono riportati su due giornate, ma pazienza, è solo una beta…

Written by erling

17 novembre 2006 at 15:46

Pubblicato su Mac, Siti

Il grande salto nel buio

leave a comment »

Ogni tanto ci casco, e non mi accontento di avere un sistema operativo ipersicuro ed un insieme di programmi che sono invidiabili ed inarrivabili per la maggior parte dei computer personali del mondo.

No, voglio andare a cercare guai, ed installare l’altro sistema operativo, quello piagato dai virus e abbrutito dal peso degli anni. Perchè? perchè si può fare, e quindi lo voglio fare (la scusa “ufficiale” è che il programma garmin non sarà ancora disponibile per mac per molti mesi ancora).

Detto ma non fatto, ritornare al mondo win, è inevitabile, porta via tempo e all’inizio non funziona nulla, così non sono ancora riuscito a partizionare il disco con boot camp, e tempo che dovrò riformattarlo di brutto, quindi mi sono preso una pausa di riflessione che spero mi sia salutare.

Written by erling

14 novembre 2006 at 21:42

Pubblicato su Mac